I Borghi Abruzzesi

La costa adriatica è ricca di paesini e borghi incantevoli: se siete in vacanza a Roseto degli Abruzzi , oltre il nostro mare bellissimo, potete raggiungere in poco tempo dei borghi meravigliosi da visitare, luoghi in cui respirare le tradizioni della nostra Regione e vivere esperienze uniche. Vi indichiamo delle località e la relativa distanza dalla nostra struttura per aiutarvi a programmare una visita nei dintorni: nostra carta.

Montepagano

A 10 minuti da: Il borgo di Montepagano con il suo Castello, arroccato sulla collina guarda il lungomare di Roseto degli Abruzzi. Il castello e le vie del centro storico sono la memoria del passato e scoprono scorci di mare e campagne bellissime circondate di vigneti. Il vino è uno dei prodotti più rinomati della zona insieme ad una ricca produzione di olio. Nel weekend della prima settimana di Luglio il borgo viene animato da una manifestazione in onore dei sapori enogastronomici.

Notaresco

A 15 minuti da: Notaresco ha radici molto antiche, tracce dell’insediamento sono note già dal tempo di Carlo Magno; il nipote Lotario, in epoca medievale aveva fatto costruire una struttura difensiva intorno al borgo. Oggi è un piccolo insediamento con una dinamica produzione di Olii e Vini. Una visita imperdibile per i romantici è l’Abbazia di San Clemente al Vomano fondata nel secolo IX per volere di Ermengarda, figlia dell'imperatore Ludovico II, conserva ancora l’aspetto romanico.

Giulianova

A 20 minuti da: Giulianova è meta di numerosi pellegrinaggi al Santuario (con annesso convento) della Madonna dello Splendore. Una grande piazza dove poter parcheggiare agilmente scopre anche un panorama incantevole sul lido. Particolarmente emozionante al sorgere ed al calar del sole ospita all’interno anche una fontana miracolosa e il Museo dello Splendore.

Tortoreto

A 25 minuti da: Il centro storico di Tortoreto è suddiviso in Terra-vecchia, l’insediamento più antico e Terranova che conserva ancora la sua struttura di borgo medievale: una fortezza centrale circondata da alte mura di cinta su cui si alza la magnifica Torre dell’Orologio. Anche questo sito, un tempo avamposto militare della fortezza di Civitella del Tronto, doveva difendersi dalle incursioni dal mare a questo scopo erano stati creati cunicoli e grotte in cui nascondersi e custodire i tesori. Oggi vengono utilizzate in alcuni ristoranti per conservare vini pregiati o cene intime. Il Belvedere è un terrazzo naturale verso la costa adriatica, un luogo fresco dove passeggiare nelle calde sere d’estate.

Castelbasso

A 30 minuti da: Il borgo di Castelbasso, frazione di Castellalto, è una classica fortezza con forma a goccia della sua cerchia muraria, costruito con pietre di fiume, mattoni e pozzolana è tra i borghi più suggestivi d’Abruzzo. Non sarà solo la bellezza delle vie e dei palazzi a colpirvi, c’è nell’aria un fermento artistico che da sempre in questo luogo trova il suo fulcro. Animato da importanti eventi culturali per tutto l’anno e maggiormente in estate, Castelbasso è la definizione del concetto di arte.

Mutignano

A 30 minuti da: Il borgo di Mutignano, di origine medioevale è stato il primo insediamento della città di Pineto ed è caratteristico per la presenza di murales che rappresentano scene di vita quotidiana, dipinti su alcune facciate che danno sulle vie e le piazze principali. Posto su un’ altura che guarda il mare ad est e il meraviglioso paesaggio dei calanchi tutt’intorno. Durante le giornate di solstizio d’estate è caratteristico partecipare a “Jiscë Solë”, festeggiamenti in onore del “sole”.

Atri

A 35 minuti da: Il borgo di Atri è uno dei Borghi più belli d’Italia, sorge su una collina a 444 metri di altitudine e custodisce degli splendidi monumenti all’interno delle sue mura: Chiese in pietra, palazzi signorili, Il Palazzo Ducale sede del comune, i resti di un Teatro Romano e la rocca medioevale che con le viuzze strette ci rimporta ad un antico periodo fiorente. Atri fa parte anche di un’area protetta: la riserva dei Calanchi, attualmente gestita dal WWF (http://www.riservacalanchidiatri.it/). I calanchi sono delle particolari forme di erosione tipiche e, oltre al suggestivo panorama ospitano una grande varietà di specie vegetali, tra cui il gladiolo selvatico, i capperi e la liquirizia, quest’ultima prodotto tipico della cittadina.

La Torre del Cerrano

A 35 minuti da: La Torre del Cerrano, di fatto non è un borgo ma merita ugualmente una visita, il centro ospita una sede di ricerca ed è all’interno del parco marino protetto #torrecerrano, 37 km quadrati per specie marine e vegetali rare. L’accesso alla torre è proprio sulla statale con un piccolo parcheggio dedicato ed uno spazio esterno con un bar sul terrazzo principale, consente l’accesso all’area protetta. Nacque nel cinquecento come fortezza di avvistamento contro le invasioni dei pirati ed era adiacente al porto di Adria.

Silvi

A 40 minuti da: Il borgo di Silvi, la perla dell’Adriatico incorniciata da un colpo d’occhio mozzafiato sull’Adriatico e da una suggestiva vista sul Gran Sasso. Borgo Medioevale per gran parte ricostruito vi accoglie per una passeggiata rilassante, conserva nel centro storico le viette dell’impianto originale della cittadina e con il suo belvedere che di notte si tinge del tricolore è riconoscibile anche da lontano.

Civitella del Tronto

A 45 minuti da: La fortezza di Civitella del Tronto segnava il confine settentrionale del Viceregno di Napoli con lo Stato Pontificio. Oggi Sito Archeologico visitabile tutto l’anno (http://www.fortezzadicivitella.it/) grazie all’intervento di restauro e resta una delle più importanti opere di ingegneria militare d'Europa con un’estensione di 25.000 mq. Notevole e suggestivo è il panorama che si gode dalla Fortezza: il Gran Sasso, i monti della Laga, la Maiella, i Monti Gemelli e il Mare Adriatico. Il piccolo borgo è altrettanto suggestivo con le sue piazze e ruette, tra cui la più stretta d’Italia, ha qualche negozietto caratteristico ed è uno dei I Borghi più belli d’Italia.